SILENZI URBANI

L'area su cui sorge la fabbrica, fu venduta nel 1988 per 745 milioni di lire affinché vi si installasse l’attività produttiva “Manifattura di Trento”. L'azienda parte con la produzione nel '89; lavorava cotone grezzo per farne filato. Venne venduta, dal proprietario Ferrari Roberto di Brescia, nel 1997 a dei toscani che ne fecero una torcitura. Nel 2004 altro cambio di proprietario, la ditta edile Oberosler.

L'imprenditore altoatesino Oberosler, aveva offerto alle operaie tessili della Manifattura quindici posti di lavoro nei suoi cantieri edili di Brunico: al termine della trattative presso l'assessorato provinciale all'industria era stata concordata la mobilità per tutti i 64 dipendenti rimasti, per venti dei quali l'accordo sottoscritto da Oberosler prevedeva di verificare l'esistenza di prospettive di lavoro, mentre per i rimanenti 44 era stato ottenuto, oltre al pagamento di tutte le spettanze, un incentivo all'esodo di 10 mila euro da corrispondere in dodici rate mensili.

Ora una metà, quella di sinistra, è di proprietà della Risto3, mentre quella di destra rimane alla Oberosler.

L'area è famosa per delle speculazioni con la A22 come controparte...ma è un altra storia...

press to zoom
69
69
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

Fila la lana, fila i tuoi giorni
illuditi ancora che lui ritorni,
libro di dolci sogni d’amore
apri le pagine al suo dolore.

Fila la lana

Fabrizio De André