SILENZI URBANI

Costruita nel 1902, lavorava i bozzoli prodotti dai bachi da seta, allevati nelle zone circostanti, dando lavoro ad intere generazioni del paese. La filanda viene chiusa nel 1978 e visto il suo stato di conservazione, pressochè perfetto, è stata scelta da registi e scenografi per riprese di film ambientati nel primo ’900.

Sorte diversa è toccata alla casa, ormai crollata in diverse parti e difficilmente recuperabile.

Speriamo che almeno la filanda, al momento in mano a privati, possa essere salvaguardata dal degrado che rischia di subire questo straordinario monumento di archeologia industriale.

La casa

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

L'è finida la filanda
l'è finida in vita mia
se il padron mi manda via
io non voglio star qui più

Trallallallaralallallà
Trallallallaralallallà

Fagh su la croce su quel fornello
che l'ann novello voeuj pú andàgh
Fagh su la croce su quel portone
che in filandone voeuj pú andàgh

I canti della Filanda

La filanda

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

In Filanda lavoravano le “filandere”, cioè le donne addette alla lavorazione dei bozzoli dei bachi da seta. Le filandere dovevano immergere i bozzoli nell'acqua bollente e trovare il capo del filo, metterlo in rocchetti e filarlo in matasse che erano suddivise a seconda della grossezza del filato.