SILENZI URBANI

Splendida struttura alberghiera lasciata in balia dei ladri e del tempo. Ennesima dimostrazione di spreco...

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

Avevo più volte eseguito sopralluoghi per vedere la possibilità di entrarci, ma ogni volta tutte le entrate risultavano sbarrate, ora c'era una possibilità.
Questa mattina non ci ho impiegato molto a scoprire che la porta del garage, posto nella parte posteriore del caseggiato, risultava forzato.
Entrato, subito mi trovo nelle cucine. Il posto risulta molto scuro, ma dopo un attimo, mi abituo alla poca luce e mi accorgo che il locale è ancora in ottime condizioni e con le apparecchiature presenti. Proseguendo arrivo nelle sale dove, sui tavoli, ci sono impilati piatti,posate, bicchieri e altre suppellettili.....si cominciano a notare, però, i segni di vandalismo e furto e....oggi sento anche gli odori (non sempre il mio olfatto funziona).
Le mie narici vengono invase da un mix di puzza di urina di gatto e muffa che si fanno sempre più intensi man a mano che salgo i piani. Le camere e i corridoi hanno i muri pieni di muffa e sul pavimento trovano posto un mix di calcinacci e materiale elettrico proveniente dall'impianto depredato. Arrivato in cima capisco il perchè di tanta umidità, chi ha rubato le grondaie non si è curato di rimettere le tegole al loro posto e quindi l'acqua delle intemperie e penetrata in tutto l'edificio.
In se, la struttura, risulta in ottime condizioni e staticamente sicura, eccezion fatta per l'ultimo piano dove i pavimenti emettono un suono strano quando vengono calpestati.