SILENZI URBANI

Sempre una storia di fallimenti e investimenti sbagliati, sempre una storia di abbandono e spreco.
La costruzione principale venne edificata nei primi anni cinquanta e finita di ampliare nel '57 per un totale di oltre 4800 mq distribuiti su 6 piani comprendenti camere, bar , laboratori e aule di studio.Di fianco a questo edificio se ne trova un altro costruito in anni sucessivi a seguire l'auditorium, l'ex chiesetta con la casa del custode e sul retro, comunicante con la struttura, palestra ( vuota....), sauna e ambulatorio. Sanati i vari abusi edilizi commessi negli anni ottanta, sono però rimasti debiti, appianati solo parzialmente dai vent'anni di permanenza di alcuni istituti professionali. Nel 2009 il definitivo abbandono e da allora i molti tentativi di vendita giudiziaria sono falliti.
L'entrata nello stabile e facilissima e fattibile da più punti, la struttura seppur vandalizzata risulta sicura.
Il cancello principale è aperto, come la porta poco più avanti del cancello, che in cima ad una piccola scala fa accedere a quella che un tempo era la zona fitness.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

L'invenzione di Dio è stata resa necessaria per dare un indirizzo più preciso alle bestemmie, che prima erano troppo generiche e poco incisive. 


Corrado Guzzanti

 

Recital, 2010