SILENZI URBANI

Oggi ci sono senzatetto e clandestini a dormire all’interno di questo scheletro consumato dal tempo, una volta frequentato da sportivi, vip e turisti.

Nell’ottobre 2010, forse nel tentativo di scaldarsi o solo per un atto vandalico, scoppiò un rogo che coinvolse parte della struttura. Qui nel 1982 alloggiarono in ritiro i futuri campioni del mondo capitanati da Bearzot; oggi quei muri sono deturpati da scritte e quelle vetrate infrante da mani vandaliche. Da Quelle finestre si può ancoza godere di un panorama mozzafiato che fa da contrapposizione ad una decadenza di una “bellezza che fu”di una struttura che negli anni '80 era nel suo massimo splendore.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
DSC_1742
DSC_1742
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

Non ci è dato di scegliere la cornice del nostro destino, ma ciò che vi mettiamo dentro è nostro.

Dag Hammarskjöld